Linea
PFA-ETFE

Anticorrosivo

Caratteristiche

La lavorabilità plastica del PTFE può essere notevolmente migliorata aggiungendo una percentuale di etilene del 25%: si forma così l’etilene tetrafluoroetilene (ETFE).

Il fluoropolimero ETFE ha una temperatura di fusione relativamente elevata e alta resistenza elettrica, oltre ad un’ottima resistenza all’usura, alla corrosione e alla trazione, garantisce una perfetta lavorabilità, una specifica gravità di 1.7, ed una resistenza particolare ai raggi UV e agli agenti atmosferici.

Questo tipo di fluoropolimeri sono lavorati tramite tecniche convenzionali a spruzzo o a liquido, tramite iniezioni, compressioni, fino a plasmare il prodotto nella forma voluta.

L’ ETFE viene utilizzato come materiale di rivestimento per apparecchiature chimiche, contenitori e componenti.

L’ETFE è resistente ad un range di temperature che va dai – 70 ai 250 .

Le resine PFA offrono temperature di esercizio fino a 260° e forniscono un’eccellente resistenza a basse temperature nonchè un’eccezionale durata alla fiamma.

L’ottima resistenza alla fusione e la stabilità al calore permettono a questo tipo di resine di essere utilizzate anche in tecniche in cui è necessario plasmare materiali ad altissime temperature: è cosi possibile il contatto tra metalli resistenti alla corrosione unitamente a resine fuse (si parla di temperature tra i 316° e i 427°).

Applicazioni

  • cavi e funi per l’isolamento e le coperture
  • rivestimento di flap e pompe, produzione di utensili da laboratorio
  • componenti di elettromeccanismi, produzione di tubi
  • adesivi e colle ad alte temperature